Nobel fisica a tre britannici studiosi di stati “esotici” materia

Nobel fisica a tre britannici studiosi di stati “esotici” materia

Il premio Nobel per la fisica ha coronato il lavoro di tre scienziati britannici che hanno spiegato, grazie a modelli matematici, il comportamento della materia nei cosiddetti stati “esotici”, che in futuro potranno consentire di costruire computer superpotenti. Il premio è stato assegnato dall’Accademia reale delle Scienze svedese per le “scoperte teoriche delle transizioni di fase topologiche e sulle fasi topologiche della materia”. “I premiati di quest’anno hanno aperto la porta su un mondo ignoto in cui la materia può assumere strani stati” ha scritto la giuria del Nobel. “Le loro scoperte hanno permesso hanno permesso progressi nella comprensione teorica dei misteri della materia e creato nuove prospettive per lo sviluppo di materiali innovativi” ha scritto al Fondazione Nobel.
“La loro scoperta comporta una rivoluzione concettuale. Hanno introdotto idee nuove in fisica che, in seguito, permesso di dar luogo a loro volta a una serie di nuove scoperte” ha spiegato all’AFP, Laurent Levy, professore di fisica all’università di Grenoble-Alpes. David Thouless, 82 anni, nato in Scozia, professore emerito all’università americana di Washington a Seattle, ha ottenuto la metà del premio, quattro milioni di corone (417.000 euro). L’altra metà è stata divisa tra Duncan Haldane, 65 anni, nato a Londra, che insegna all’università di Princeton (New Jersey), e Michael Kosterlitz, anche lui nato in Scozia, nel 1942, professore all’università Brown a Providence (Rhode Island).
I tre sono studiosi di topologia, una branca superspecializzata della matematica, che studia le proprietà fisiche di materia e spazio, essenzialmente la forma, che restano invariate se sottoposte a forze deformanti. Tra queste lo stiramento, la compressione e la piegatura, ma non la rottura, la foratura o l’incollatura. Un esempio molto usato è quello di una tazzina di caffè con il manico ad anello che può essere piegata, girata e trasformata in un ciambella: per i topologi i due oggetti sono indistinguibili, per il resto del mondo completamente diversi.
In termini pratici alcune proprietà della materia negli stati “esotici” potranno un giorno consentire di portare i materiali comuni in “stati topologici” che permettano loro di trasportare energia e e informazioni in spazi minimi senza surriscaldamento. Le ricerche dei tre studiosi “hanno dato impulso alla ricerca di frontiera sulla fisica della materia condensata, anche per la speranza che materiali topologici possano essere usato nelle nuove generazioni di strumenti elettronici o superconduttori o nei futuri computer quantistici” ha scritto la giuria.
All’inizio degli anni Settanta, Kosterlitz e Thouless hanno ribaltato la convinzione che la superconduttività o la superfluidità non potessero verificarsi in strati molti sottili di materia. La superconduttività si verifica quando l’elettricità fluisce attraverso un materiale senza incontrare resistenza o subire perdite di energia sotto forma di calore, la superfluidità si sperimenta quando un fluido scorre senza attrito. Haldane ha scoperto come i concetti topologici si applichino a catene di piccoli magneti di alcuni materiali.
Haldane ha detto che la scoperta che gli è valsa il Nobel è stata del tutto casuale. “La maggior parte delle scoperte avvengono così: ci inciampi per caso e sei così fortunato da capire di aver trovato qualcosa di interessante” ha detto alla conferenza stampa del Nobel in videoconferenza. “E’ così sorprendente che ci vuole un po’ per farlo tuo, ma quando lo vedi capisci perchè gli altri non l’hanno visto”.
Lo scorso anno, il premio Nobel per la fisica è andato al giapponese Takaaki Kajita e al canadese Arthur McDonald che hanno determinato che i neutrini hanno una massa. Il premio per la fisica è il secondo Nobel 2016 assegnato. Ieri quello per al medicina è andato a Yoshinori Ohsumi per il suo lavoro sull’autofagia, il meccanismo in base al quale le cellule “mangiano se stesse” rinnovandosi. Domani sarà il turno del premio per la chimica, venerdì il riconoscimentop ero la pace. Il Nobel per l’economia verrà assegnato il 10 ottobre, quello per la letteratura il 13.

Articoli Correlati:



Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

ads

Log In

Ultime notizie

Video correlati

ads

error: Content is protected !!