Dario Fo: piazza Duomo gremita per salutare il suo “giullare”

Dario Fo: piazza Duomo gremita per salutare il suo “giullare”

Una pioggia battente sulle note di Bella Ciao. È così che la città di Milano ha salutato per l’ultima volta il premio Nobel Dario Fo, scomparso lo scorso giovedì mattina, all’età di 90 anni. La sua salma verrà sepolta al Famedio, il luogo dove riposano i milanesi illustri, vicino alla moglie Franca Rame, scomparsa circa tre anni fa. In Piazza Duomo, dove si è tenuta la cerimonia laica dei funerali, ad attenderlo c’erano migliaia di persone e, proprio al centro, un camioncino con uno striscione che riporta la scritta “Io non sono un moderato”, Ciao Dariò firmato “Le compagnie e i compagni del Cantiere”, uno dei centri sociali di Milano. Ciao Dario è il saluto più sussurrato da chi ha sfidato la pioggia battente per rendere omaggio all’artista e all’uomo. È il figlio Jacopo, con la sciarpa rossa del padre, a guidare il corteo fino al sagrato, concesso per la prima volta per una cerimonia laica. La fascia tricolore avvolge il sindaco della città Giuseppe Sala, la prima cittadina di Roma Virginia Raggi e la collega del Movimento 5 Stelle Chiara Appendino. Tra la folla Mario Pirovano, attore e regista, che porta la foto dell’amico, insieme a Gad Lerner. Seguono Sergio Cusani, Paolo Rossi, Stefano Benni, Roberto Saviano, le attrici Paola Cortellesi, Lella Costa e Ottavia Piccolo. Tante le mani che accarezzano la macchina con il feretro che avanza lenta. Sul sagrato anche il ministro Maurizio Martina e tutto il vertice del M5S con Beppe Grillo, Luigi Di Maio, Davide Casaleggio – figlio di Gianroberto – e Alessandro Di Battista. Un lungo applauso accompagna la bara, nel suo ultimo viaggio verso il Cimitero Monumentale.

Articoli Correlati:



Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

ads

Log In

Ultime notizie

Video correlati

ads

error: Content is protected !!