Migranti: Gabrielli, arrivi superiori al record 2014 entro fine anno

Migranti: Gabrielli, arrivi superiori al record 2014 entro fine anno

«Soffermandoci sul triennio 2014, 2015 e 2016 l’impegno del nostro Paese ha visto l’arrivo sulle nostre coste, rispettivamente, di 170.000, 153.000 e già oggi, al 26 ottobre, 155.000 persone. Presumiamo che alla fine dell’anno potremmo superare il dato straordinario del 2014». Lo ha detto Franco Gabrielli, capo della Polizia, intervenendo alla seconda sessione del seminario congiunto organizzato dall’Assemblea parlamentare della Nato e dal Gruppo speciale per il Mediterraneo e il Medio Oriente a Roma presso la Camera. «I flussi che ci interessano sono quello libico – continua Gabrielli facendo il punto sulla crisi migratoria – uno importante dalla Tunisia, e uno costante dall’Egitto. Ma siamo stati interessati, soprattutto nel 2014, anche dalla Turchia». «Comparando i dati delle nazionalità di provenienza dei migranti, dal 2013-2014 c’è stata una netta diminuzione di eritrei e siriani, come di somali e marocchini. Incremento invece da Guinea, Nigeria, Costa d’Avorio, Egitto, Gambia, Camerun, Mali, Senegal e Guinea Equatoriale. Una intensificazione dall’Etiopia, delle isole Comore, dall’Algeria, dalla Sierra Leone e dal Sudan. Una sostanziale diminuzione da paesi asiatici come Bangladesh, Pakistan, Iraq e Palestina». Il capo della Polizia sottolinea l’importanza di comprendere chi gestisce «il mercato della disperazione», che l’Italia può verificare grazie «all’esito delle operazioni di Polizia giudiziaria quando le persone sbarcano sul territorio». «Gli egiziani continuano ad essere i soggetti principali che alimentano la categoria degli scafisti, ma c’è un notevole incremento di cittadini gambiani e senegalesi».

Articoli Correlati:



Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

ads

Log In

Ultime notizie

Video correlati

ads

error: Content is protected !!