Usa: Trump assolda compagnia per fare profilo psicologico elettori

Usa: Trump assolda compagnia per fare profilo psicologico elettori

La nuova arma di Donald Trump contro l’efficientissma macchina elettorale di Hillary Clinton è la profilazione psicologica di ogni elettore. Il candidato repubblicano, scrive il Washington Post, si è affidato alla società Cambridge Analytica, che promette, grazie ad un proprio modello chiamato Ocean, di «determinare la personalità di ogni singolo adulto negli Stati Uniti». L’obiettivo è identificare chi può essere più facilmente spinto a votare per Trump. E la società, che in settembre ha ricevuto 5 milioni di dollari dalla campagna del tycoon, manda ora regolari raccomandazioni sui luoghi dove tenere comizi, le porte a cui devono bussare gli attivisti e gli Stati dove concentrare gli spot televisivi. Funzionerà? La macchina elettorale della Clinton si serve dei dati già raccolti dalle due campagne di Barack Obama e può contare su 487 uffici sparsi per il paese, contro i 207 di Trump. Ma Alexander Nix, executive della Cambridge Analytica, è sicuro del suo metodo. Grazie a leggi sulla privacy meno rigide negli Stati Uniti rispetto all’Europa, Nix sostiene di poter prevedere le intenzioni di voto di ciascun adulto combinando una mole di informazioni ricavate da dati demografici e di consumo, come gli abbonamenti a riviste e l’adesione ad un club, ma anche i gusti in fatto di musica, cinema e ristoranti, oppure i likes e i cuoricini sui social forum. A questo si aggiunge un questionario con 120 domande basato sul sistema Ocean, acronimo per i cinque tratti di personalità che si vogliono identificare e misurare: apertura mentale, scrupolosità, estroversione, piacevolezza e neuroticismo (insicurezza emotiva e tendenza all’ansia). Inizialmente impegnata per le primarie di Ted Cruz, la Cambridge è collegata a diverse persone vicine a Trump, nota il Post. Il manager della campagna del candidato repubblicano, Stephen Bannon, siede nel suo board. E il miliardario degli hedge fund Robert Mercer, uno dei principali donatori del comitato «Sconfiggere Hillary l’imbrogliona», sarebbe l’azionista di maggioranza.

Articoli Correlati:



Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

ads

Log In

Ultime notizie

Video correlati

ads

error: Content is protected !!