Egitto: Nubiani protestano contro vendita terre loro antenati

Egitto: Nubiani protestano contro vendita terre loro antenati

Continua per il terzo giorno nel sud dell’Egitto la protesta della minoranza nubiana contro la decisione del governo di vendere le terre che appartenevano ai loro antenati. Da sabato si susseguono manifestazioni con sit-in organizzati dalla carovana del ritorno nubiano sulla strada tra Assuan ed il sito archeologico di Abu Simbel. Oggi sono scesi in piazza circa 300 manifestanti. Nei giorni scorsi non sono mancati accesi scontri – riporta il sito in inglese Al Ahram – con almeno tre feriti dopo che le forze dell’ordine hanno disperso i contestatori che bloccavano strade e ferrovia ad Assuan. I nubiani – ricorda l’Ap – sono stati deportati a più riprese nel XX secolo. La più recente risale al 1964 con la costruzione della diga di Assuan. La Costituzione egiziana del 2014 garantisce alla minoranza il diritto di tornare nelle loro terre entro 10 anni dalla ratifica e di sviluppare progetti che favoriscano il loro re-insediamento. Ma i nubiani contestano che alcune aree siano state designate a progetti di investimento.

Articoli Correlati:



Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

ads

Log In

Ultime notizie

Video correlati

ads

error: Content is protected !!